CONSIGLI DI VIAGGIO IN THAILANDIA

Organizzare da soli un viaggio in Thailandia è molto semplice e vi farà risparmiare molto. Dopo avervi dato consigli su cosa vedere nella terra del sorriso, adesso voglio darvi qualche consiglio per godervi al meglio il viaggio. Vi ritroverete facilmente nelle seguenti situazioni e vi chiederete come comportarvi, i viaggiatori che hanno già vissuto circostanze simili alle vostre possono aiutarvi a fugare dubbi e incertezze.

Ecco a voi alcuni consigli:

  1. USATE I TUK TUK: uno dei mezzi di trasporto più utilizzati in Thailandia! Li troverete dappertutto, di giorno e di sera, ad ogni angolo. Sono comodi e spesso più veloci dei taxi, perchè riescono a sfrecciare nel traffico svincolandolo. I Tuk-Tuk sono molto economici ma anche molto spericolati: tenetevi ben stretti, soprattutto in curva, e godetevi il viaggio. E’ un’esperienza da fare assolutamente e se avete paura di rotolare fuori potete chiedere all’autista di rallentare un pò!
  2. CONTRATTARE PER GLI ACQUISTI: non è anomalo e spesso anche gradito, anche se potrebbe cambiare poco. I venditori thailandesi sono abituati, anche perchè tendono spesso a darvi un prezzo superiore rispetto al valore delle cose. Potete fare buoni affari, soprattutto quando fate tanti acquisti nello stesso luogo, ma se avete intenzione di acquistare una solo oggetto e di poco valore allora evitate, perdereste solo tempo e risparmierete 10 centesimi di euro.
  3. TERMINATE IL VOSTRO VIAGGIO AL MARE: se avete a disposizione qualche giorno in più aggiungete un’estensione mare, in Thailandia non mancano di certo posti incantevoli dove potervi rilassare, disinnescare i ritmi del vostro viaggio e ricaricarvi per affrontare il rientro. Tornerete ancora più felici, rilassati e abbronzati.
  4. MANGIARE STREET FOOD: è un’esperienza da fare assolutamente! Perdetevi tra mercati e strade colorate, provate quello che vi stuzzica, mal che vada lo lascerete, ma vi assicuro che così assaggerete il vero e autentico cibo thailandase, spendendo veramente molto poco e divertendovi ad ammirare la maestria dei venditori ambulanti.
  5. SCEGLIERE HOTEL 4*: se fate molta attenzione alla pulizia e ai servizi prenotate hotel di standard superiore. Hotel di standard inferiore spesso mancano di questo e per alcuni di voi potrebbe essere stressante. Hotel di 4/5 stelle hanno comunque dei prezzi accessibili, quindi valutate il vostro budget e le vostre preferenze.
  6. ATTENTI AL TRAFFICO: per spostarvi tenete sempre conto del traffico. Se leggete che il posto di vostro interesse si trova a 20 minuti da lì, negli orari di punta potreste impiegarne il doppio, quindi organizzatevi per tempo.
  7. VISITATE CHINA TOWN: di giorno se volete fare acquisti e nel pomeriggio/sera se volete godervi l’atmosfera magica delle lanterne e delle insegne luminose. Approfittate anche dei locali in zona per gustare ottimi piatti tipici, spendendo veramente molto poco. Passeggiare per le strade di China Town vi catapulterà direttamente in Cina per qualche ora!
  8. AMMIRATE IL TRAMONTO DA SKYBAR E ROOFTOP: salite in cima ad un grattacelo per ammirare il tramonto e gustarvi un buon drink, con vista panoramica sulla città degli angeli. Potete scegliere tra diversi skybar, io ho scelto il Sirocco, al 64° piano di un grattacielo che offre un locale tipico per ogni piano, famoso anche per il film “Una notte da Leoni”. Sul loro sito ufficiale https://lebua.com/ potete scegliere il vostro preferito e decidere a quale piano fermarvi.
  9. NON ALZATE IL TONO DELLA VOCE: la thailandia è un paese pacifico, sorridente, gentile, quindi è anomalo sentire toni di voce concitati. Non amano discutere e quando lo facciamo perdiamo la loro stima e fiducia. Vi chiederete: “Ma perchè si dovrebbe discutere?”. Vi assicuro che è molto semplice per noi occidentali, lo facciamo quando siamo stressati, quando qualcosa non va, quando non ci sentiamo compresi, quando le nostre aspettative vengono deluse, e spesso senza rendercene conto.
  10. NON FATE IL GIRO TURISTICO SUGLI ELEFANTI: VI PREGO NON LO FATE! Vengono maltrattati e torturati per offrire ai turisti una passeggiata di 30 minuti e 10 foto sul baldacchino. Piuttosto visitate un santuario, che vi offre un’esperienza unica per stare in contatto con loro, dove potete abbracciarli e coccolarli e dove capirete davvero ciò che hanno dovuto sopportare. Gli elefanti hanno una lunga memoria e portanto, dentro e fuori, la tristezza della loro sofferenza, non contribuite anche voi!
  11. NO GAMBE-SPALLE SCOPERTE: per poter entrare nei santuari munitevi di abbigliamento che vi copra spalle e gambe. Per le donne andrà bene un abito lungo a mezza manica, per gli uomini unat-shirt e pantalone. Ricordatevi che le temperature sono infuocate, non indossate jeans, soffrirete e gronderete di sudore. Piuttosto potete acquistare i classici pantaloni thailandesi, freschi, leggeri ed esotici (per circa 6 euro e contrattando anche a 5), in qualsiasi bancarella del centro. In questo modo sarete freschi e contribuirete anche all’economia del paese. Potete lavarli giornalmente, con le temperature locali si asciugheranno in un batter d’occhio.
  12. UTILIZZATE I CALZINI PER I TEMPLI: spesso sarà obbligatorio togliere le scarpe quidi se siete schizzinosi e non vi piace camminare a piedi scalzi allora portate con voi un paio di calzini. Attenzione, in alcuni luoghi sacri vi sarà chiesto di togliere anche quelli, perchè il piede nudo è un concetto di purezza.
  13. NON CARICATE LA VOSTRA VALIGIA CON PRODOTTI DA BAGNO: ne roverete di tutti i tipi e in ogni 7Eleven a prezzi bassissimi, anche di marche conosciute e in varianti che in Italia non esistono.
  14. NON PORTATE TROPPE MEDICINE: nelle farmacie thailandesi trovate ogni tipo di farmaco, dagli antidiarroici agli antibiotici, che potete acquistare anche sfuso e risparmiare. I medici sono molto competenti, vi ascoltranno e troveranno un farmaco simile, se non identico, a quelli che generalmente usate.
  15. NO SMOKING: la Thailandia è un paese Smoking-free quindi informatevi se potete introdurre sigarette elettroniche, e ricordatevi che in aeroporto non troverete duty-free per importare sigarette a basso costo, che sarà possibile fumare solo in alcune aree delimitate. Se vi accomodate in un locale, anche se all’aperto, chiede sempre se vi è concesso fumare, non è così scontato.
  16. UTILIZZATE I CONTANTI: se pagherete con carta di credito spesso vi sarà applicata una commissione del 3% dai souvenirs, al cibo, alle camere di hotel, ed è normalissimo, quindi se volete risparmiare un pò utilizzate i contanti!
  17. IL DEPOSITO CAUZIONALE: negli hotel in Thailandia (e in tutta l’Asia), spesso viene chiesta una somma cauzionale a deposito, e preferibilmente in contanti, quindi se vi è più comodo chiedete via email all’hotel quale sarà la cifra del vostro deposito e vi organizzerete. La cifra vi sarà restituita per interno e potete depositarla anche in euro;
  18. STIPULATE UN’ASSICURAZIONE DI VIAGGIO: fate un’assicurazione viaggio che vi copra almeno le spese mediche (e le spese per contaggio Covid). Un consulto medico all’estero potrebbe costare 150/300 euro, e parliamo solo di unconsulto.
  19. PROVATE I VERMI FRITTI: se non siete troppo suscettibili! E’ uno dei piatti tipici della Thailandia, anche se ormai ormai in disuso, si tratta di vermi, larve, cavallette e scorpioni fritti, o arrosto. Non hanno un sapore diverso da un gamberetto fritto e li trovate nei mercati notturni;

CONSIDERAZIONI DA FARE PER UN VIAGGIO IN THAILANDIA:

  • quando vi dicono che Bangkok è sporca e puzzolente è vero, ma non meno di una grande città italiana invasa dalla spazzatura. Gli odori che sentite sono causa del cibo di strada che, mischiati gli uni con gli altri, possono risultare molto forti. Sulla città, tra caldo, smog e spazzatura, inevitabilmente si crea una cappa. Ricordate che è una metropoli gigante e non un paesino di borgata;
  • quando vi dicono che per visitare Bangkok vanno bene 2 notti e 3 giorni non è vero. Forse 3 giorni vanno bene solo per visitare 3 siti culturali, solo 3 a scelta e possibilmente vicini. Ci sono palazzi, statue, parchi, monumenti e luoghi culturali, tutti importanti e degni di esser visti. In 3 giorni non vedrete tantissimo, non vivrete a pieno. Andrete via dicendo che Bangkok è sporca e puzzolente, perchè l’avrete vissuta nel caos e nella fretta, senza fermarvi e godervi gli scenari e gli attimi. Ad esempio, il tramonto sulla riva opposta di Wat Arun è uno tra i più belli di tutta l’Asia. Tenete anche presente anche gli orari di chiusura dei templi, del caldo che vi obbligherà a fermarvi spesso per recuperare energie, e alle distanze rapportate al traffico.
  • la Thailandia è il paese del sorriso quindi anche voi approcciate la popolazione sorridendo. Non alzate mai il tono della voce, non discutete tra di voi e con loro, non è gradito, sarebbe una grande mancanza di rispetto;
  • la Thailandia è molto economica e prima di mostrare disappunto per un prezzo fate la conversione e vi renderete conto che state discutendo e trattando solo per risparmiare 20 centesimi di euro. Con ciò non voglio dire di accettare le loro proposte, indipendentemente da tutto ma, se siete stanchi, accaldati e affamati, mettervi su un taxi fresco che vi porterà a casa, pagando 50 centesimi in più, credo sia meglio che sbattersi a discutere, o trovare qualcuno che lo faccia per meno. Sarebbe solo una perdita di tempo ed energie. Idem se dovete acquistare una sola calamita da frigo;
  • per spostarvi in città usate Grab (tutte le informazioni nel mio articolo https://www.atravelaholicgirl.com/grab-in-asia-cose-e-come-funziona/) ma se voleste spostarvi fuori città potrebbero esserci lunghi tempi di percorrenza. Se avete un buon budget a disposizione, o siete un gruppo di 3 o 4 persone e avete pochi giorni (15/20), optate per taxi o van privati, spenderete qualche euro in più ma recupererete tempo e fatica. Ad esempio: da Bangkok a Pattaya si può andare in treno regionale (per risparmiare), vi costerà 5 uro a persona e ci metterà 5 ore. Un taxi diviso in 3 lo abbiamo pagato 15 euro a persona e siamo arrivate in 2 ore, al fresco e riposate, risparmiando tanto tempo che abbiamo sfruttato per visitare il Tempio della Verità;
  • un viaggio in Thailandia può esser fatto con un budget minimo o con uno più consistente, tutto dipenderà dalle vostre abitudii e da quello che prenoterete. Non è più bravo un viaggiatore che ha speso 800 euro rispetto ad uno che ne spende 1500, tutto è soggettivo;

Viaggiatori, adesso avete a disposizione qualche informazione in più, non vi resta che godervi il viaggio e questa terra meravigliosa!

Se volete approfondire informazioni su come organizzare il vostro itinerario vi consiglio di dare un’occhiata anche al mio articolo COSA VEDERE IN THAILANDIA

You Might Also Like